Spedizioni gratuite per MenĂą Box e Abbonamenti

Ghiotto Funghetto 🍄

Food

Lo shiitake con le sue 34 kcal per 100 gr è un fungo medicinale che contiene tutti gli aminoacidi essenziali.
Ricco di vitamina D, svolge una importante azione di potenziamento del sistema immunitario. Il nome Shiitake deriva dalla parola Giapponese shii usata per indicare una varietĂ  particolare di castagno e dalla parola takeche che significa fungo.

Viene anche chiamato “forest mushroom” ovvero fungo della foresta e/o “black forest mushroom” ossia fungo della foresta nera; in Cina invece è conosciuto come Shaingugu che significa fungo profumato. Lo Shiitake infatti è commestibile e molto usato nella cucina Orientale, ed è il fungo culinario più famoso al mondo.Contiene tutti gli amminoacidi essenziali, ma anche eritadenina, una molecola unica che si ritiene abbia effetto ipocolesterolemizzante. Originario del Giappone, della Cina, della penisola Coreana e di altre zone dell’Asia orientale è molto ricercato per i suoi effetti terapeutici e di rinforzo delle difese immunitarie.

Sostanze Bioattive

E’ un fungo ricco di carboidrati, proteine, fibre insolubili e lipidi, e ottima fonte di vitamina D (ergosterolo) che diventa calciferolo (vit. D2) in presenza di luce ultravioletta, vit.del gruppo B, ferro,manganese, potassio, calcio, magnesio, rame, fosforo e zinco. I suoi componenti sono in particolare il lentinano, un beta-glucano in grado di sollecitare i macrofagi, i linfociti T e le cellule Natural Killer, ovvero tutti quei globuli bianchi deputati a riconoscere e a distruggere elementi potenzialmente dannosi per l’organismo.

ProprietĂ 

Le sue proprietà sono di riduzione del colesterolo e prevenzione dell’arteriosclerosi, azione protettiva sul fegato promuovendo la formazione di anticorpi contro l’epatite B; combatte anche alcune infezioni fungine come la candida poiché agisce sull’intestino promuovendo la formazione di una buona flora batterica intestinale, contrasta la carie grazie alla protezione contro lo Streptococcus mutans che è il principale responsabile appunto della carie. Aiuta infine a combattere l’affaticamento psico-fisico.

E adesso… consigli per l’uso e l’acquisto!!

I funghi shiitake freschi, sono sono ottimi crudi in insalata con timo, sale rosa, olio di lino e salsa di soia. Sodi e carnosi, in umido sono un gustoso contorno o una farcitura per patate al cartoccio e torte salate, da provare con porri, zucca, aglio, prezzemolo e un filo d’olio d’oliva. Con un’accortezza: è bene usare un tegame con il coperchio perché si disidratano facilmente e, per restare morbidi, è meglio una cottura dolce, con tanto vapore.
Attenzione ai gambi: sempre un po’ legnosi, occorre eliminarli quasi del tutto. Da ricordare, infine, che gli shiitake secchi necessitano di un ammollo piuttosto lungo, anche un’ora.

Occhio all’origine!

Quando si acquistano gli shiitake bisogna verificare la provenienza, privilegiando quella italiana ed europea. Infatti, la struttura spugnosa tende a impregnarsi delle sostanze presenti nel terreno e nell’aria come pesticidi, polveri e metalli pesanti. L’etichetta deve indicare il luogo di origine, gli esami microbiologici effettuati e, se essiccati, l’assenza di solventi. Il marchio bio dell’Unione Europea è un’ulteriore garanzia di qualità.

-Medicinal and therapeutic value of the shiitake mushroom.
Review article
Jong SC, et al. Adv Appl Microbiol. 1993.